Chiacchiera
Avatar Fabio
Fabiolivello 10
1 SettembreStaff - 10.034 visualizzazioni
Un social network come questo nasce per ridere, scherzare, divertire e far divertire, ma in quanto fondatore di questa community, oggi mi sento in dovere di fare informazione affrontando un tema serio. Una piaga che negli ultimi anni ha afflitto e affligge tutt'ora i social network, ma non solo. Parliamo del Revenge Porn. Quando una relazione finisce, il maschio (poichè definirlo uomo sarebbe decisamente fuori luogo), sentendosi ferito nell'orgoglio, decide di vendicarsi diffondendo immagini intime della donna di cui era entrato in possesso durante la loro relazione. Questo comportamento abietto e deplorevole è paragonabile a uno stupro. La vittima spesso si trova isolata, derisa ed etichettata da tutti... portando in diverse occasioni anche a gesti estremi come il suicidio. In queste tristi vicende, non c'è un solo mostro. Certo, chi per primo diffonde pubblicamente tali contenuti ha un'enorme responsabilità. Ma ce l'hanno anche tanti altri individui. Tutti quelli che a loro volta condividono tale materiale con altre persone allargando la platea degli indecenti fruitori; tutti quelli che spinti da morbosa curiosità cercano a tutti i costi di entrare in possesso di tale materiale, anche se solo per una visione privata. Si anche loro sono degli stupratori. I siti porno sono pieni di scene sessuali di protagonisti consapevoli e consenzienti alla diffusione. Visionare un video intimo privato o una foto è una violenza, e non siete migliori di chi assiste a uno stupro senza intervenire. E poi infine ci sono quelli che sentenziano e che sparlano. Quelli che non hanno mai commesso errori. Quelli del "se l'è cercata lei...". Si, anche loro fanno schifo. Un peccato di ingenuità e di fiducia malriposta non potranno mai giustificare uno stupro e autorizzarvi a distruggere moralmente una persona. L'appello che il nostro social network può fare è quello di invitare tutte le donne a non fidarsi mai di nessuno a tal riguardo. Non diffondete mai vostre foto e vostri video intimi a nessuno. Internet è pieno di gente di merda nascosta dietro maschere di santi. Facciabuco in quanto social network collaborerà e darà sempre il massimo supporto alle forze dell'ordine che eventualmente dovessero indagare su reati simili. E voglio in ultimo rivolgermi anche a chi semplicemente possiede contenuti di revenge porn pensando con il semplice possesso di non far male a nessuno. Cancellali. Non è mai troppo tardi per redimersi e fare la scelta giusta.

Il Revenge Porn è un gesto spregevole che annichilisce le vittime. Isolate gli autori, non le vittime. Dite no a questa vergognosa e terrificante moda.
Leggi tutto...